ROMANZO DI ANGELDARK   3 comments

Appena Nik entrò nel salone, Sarah si alzò dalla poltrona.

_ Quando Greg mi ha annunciato che la signorina Walton voleva vedermi, pensavo a uno scherzo…ma vedo che non lo è. _ disse in todo duro fissandola con gelidi occhi grigi.

Sarah scrollò il capo facendo ondulare i lunghi capelli ramati, che teneva sciolti sulle spalle.

_ Avevo bisogno di parlarvi. _ disse cercando di non farsi intimidire dal famigerato Conte Wolfe. Con passo felino la raggiunse sovrastandola nettamente.

_ Vi rendete conto che …..è un tantino azzardato venire sola, e all’ una di notte? _ il suo commento sarcastico le strappò un sorriso involontario.

Le piaceva l’ ironia di Wolfe…oltre naturalmente al suo aspetto fisico.

Era alto, con spalle ampie e lunghe gambe muscolose….aveva un portamento altero.

Capelli neri un po lunghi secondo la moda, naso acquilino, mento volitivo, bocca dal taglio deciso, e insondabili occhi grigi. Aveva superato da poco la trentina e non era ancora sposato anche se, da quello che diceva l’alta società, aveva avuto innumerevoli amanti….

Vedendola sorridere, lui si accigliò. Che diavolo ci faceva la nipote del Duca in casa sua? Conosceva Sarah da diversi anni …. la ragazzina era temeraria e un po pazza!

Nessuna vera ” signora ” avrebbe osato varcare la soglia del ” Lupo ” …soprattutto di notte!!!

Lui aveva una pessima reputazione …lo dipingevano come un uomo senza cuore ne anima. Notando il suo abbigliamento capì che era appena uscita da un ricevimento. Indossava un abito verde scuro, il cui corpino metteva in evidenza generose curve del seno. Il colore dell ‘ abito contrastava con il color tiziano dei suoi capelli e della sua carnagione lattea.

Quando tornò a guardarla negli occhi si irrigidì. Sarah aveva occhi stupendi , di un verde cangiante. Non era alta, ma esile e ben fatta.

Ma…cosa voleva da lui? Erano agli antipodi……Lei nipote di un Duca, lui figlio bastardo di un Conte.

Sarah sospirò distogliendo lo sguardo…non era facile come aveva pensato…

Conosceva Wolfe da tre anni, da quando lei aveva fatto il suo debutto a diciassette anni. Si erano scambiati alcuni saluti, qualche commento..ma niente l ‘ aveva preparata…a questo.

Forse, aveva visto giusto il Conte! Era stata una mossa azzardata a venire sola in casa sua …di notte…

Conosceva la sua fama ma con lei era sempre stato corretto..anche se sarcastico e sprezzante…..poteva fidarsi?

Vedendola così in difficoltà , Nik , serrò le labbra.

_ La mia pazienza ha un limite Sarah. _ l’ ammonì tagliente.

Lei sobbalzò, fissandolo atterita.

_ A…Avete ragione ….è solo che non è facile…._

_ Perchè non comincate….dall’ inizio? _ borbottò passandosi una mano tra i capelli arruffati.

Sembrava irritato ma non furioso…così Sarah , si rilassò un poco,

_ Il Duca è deciso a vedermi sposata entro la fine di questa stagione. _ disse finalmente.

Nik inarcò un sopracciglio nero . _ Allora ? Qual’è il problema ? _

Sarah lo fissò allibita

_ E’ questo il problema !!!! _ esclamò con un lampo negli occhi verdi _ Ho vent’anni e non voglio sposarmi…non voglio perdere la mia libertà . _

Wolfe fece una smorfia . La piccola aveva le idee chiare!

_ Ora che so la vostra opinione sul matrimonio…cosa c’ entro io? _ Solo allora lei sorrise.

_ Voi siete la mia chiave. _ dichiarò fissandolo negli occhi grigi e freddi come l ‘acciaio.

Ancora immobile Nik aspettò il resto…..

_ Ho deciso che l ‘ unica soluzione per non sposarmi è quella di….rovinarmi la reputazione._

Il Conte serrò le labbra. _ Siete impazzita ? _ la redarguì tagliente.

Sarah però scosse il capo.

_ No…E’ semplice, dovrò fingermi la vostra amante, per alcuni mesi..basteranno?_ domandò poi dubbiosa.

Nik era allibito…..

_ Mi state chiedendo di potermi usare….per non sposarvi??? E dovreste fingervi la mia amante?…. _

Sarah si accigliò…..perche ora che lo sentiva dalla bocca del Conte…la prospettiva non era più cosi allettante?

Eppure era un buon piano…

Nik scosse il capo.

_ Non se ne parla. Buona notte Duchessa. _ la congedò in tono gelido.

Sarah sobbalzò. No no….il Conte era la sua unica speranza….non poteva dirle no…

Alzando il viso lo fissò negli occhi…..

_ Vi prego…io non so a chi altro chiedere…. _ mormorò….

Un’ imprecazione oscena uscì dalle labbra di Nik mentre con un passo la raggiunse e con una mano l afferrò per un polso esile scutendola leggermente.

_ Sarah voi non ” chiederete ” a nessun altro . Il vostro piano è assurdo e… inamissibile. Voi non capite cosa mi state chiedendo. _ finì in un sibilo.

Sarah arrossì sotto quello sguardo tagliante….ma replicò.

_ Ho vent’anni Wolfe so cosa vi chiedo, e comunque dovreste” fingere ” che sia la vostra amante…_

Ma Nik socchiuse gli occhi e incurvò le labbra in un mezzo sorriso beffardo….

_ Voi forse pensate di sapere tutto, ma vi posso assicurare che non è cosi milady. Voi siete una Duchessa…….se veniste associata al mio nome, beh ci sarebbero conseguenze pesantissime. Che io non vi permetterò di affrontare…in quanto voi siete ….. _

_ Cosa sono??? _ incalzò lei vedendo che lui si era bloccato.

Nik le lasciò il polso e fece alcuni passi indietro.

_ Guardatevi Sarah…. _ lei lo guardò confusa…dove voleva arrivare?

_ Non capisco… _

_ Lasciate allora che vi spieghi…._ replicò Nik gelido. _ Voi siete di alto lignaggio….sarebbe uno scandalo…se si sapesse che…… frequentate….un uomo dalla mia reputazione…..un uomo…che è il figlio bastardo di un Conte…..un uomo che ha avuto decide di amanti….che ha fatto cose….anche poco nobili….Come pensate che vi giudicherà poi l alta società? A ogni ricevimento la gente malignerà….sussurrerà cose spregevoli …su di voi….Ogni uomo si sentirà il diritto di prendersi delle libertà con voi……E io questo non posso accettarlo perche voi siete…..degna di rispetto più di qualunque altra donna io abbia mai conosciuto. _

Sarah era impallidita alla spiegazione di Wolfe, cosi cruda e troppo realistica.

CONTINUA

_ Ma…..ma….ovviamente non diverrò la vostra amante..sarà solo finzione…_

Nik inarcò un sopraciglio nero….. _Sarah……nessuno crederà che non vi ho toccata…nessuno penserà che non abbiamo condiviso il letto nonchè…il resto……sareste rovinata per sempre……perchè nessun uomo….prenderebbe uno scarto. _

Un silenzio inquietante piombò nella stanza.

Wolfe aveva ragione…..essere l ‘amante di qualcuno significava essere tacciata per sempre……

_ E poi…._ continuò Nik in un sussuro guardandola negl occhi _ Non siete convincente come amante…._

Sarah trasalì, sentendosi offesa.

_ Forse a voi non piaccio Wolfe ma sono sicura di piacere a molti gentil uomini _ rispose piccata.

Nik rise avvicinandosi a lei….troppo per l ‘ etichetta.

Cosi vicino Wolfe era altissimo….

Nik le afferrò una ciocca di capelli e la tirò verso di se

Sarah trasalì .

_ Mi fate male ! _ esclamò gettando il viso all indietrò per poterlo guardare negli occhi ma fu un errore perche quegli occhi…..la ipnotizzavano.

_ Sarah….._ mormorò lui

_Si… _

_ Voi…siete bellissima, siete giovane, siete impulsiva …ma siete anche molto ingenua…non che sia un difetto….ma….questa vostra innocenza….traspare ….._ Vedendo il lampo di ribellione in quel’ occhi verdi…Nik scosse il capo _ Nessun ma…..Sarah…..non siete adatta a fare la parte della mia amante. Nessuno crederà che io abbia scelto voi…… _

Sarah serrò le labbra e irritata si allontanò da lui andando alla finestra.

Era buio…….Con uno scatto si girò e lo affrontò.

_ Wolfe io non so cosa vedete in me ma …sono stata baciata da molti pretendenti e posso benissimo sostenere la parte della vostra amante. _

Nik corrugò la fronte…baciata???? e da chi????

Vedendolo adombrarsi Sarah continuò avvicinandosi di nuovo.

_Mi sembrate sorpreso Conte. _ disse decisamente ironica. Volva dimostrargli che poteva benissimo calarsi nella parte della sua amante.

_ Uhm… il primo due anni fa si si Harry e poi ci fù Gregory….poi forse Andrew o era Lucas? ……ora non ricordo…. _ disse vaga con un sorriso di sfida .

Nik la lasciò avvicinare tanto da avvertire il suo profumo…tanto da sentire il suo respiro……_ Poi penso Duke…..e Larry…_

A quel nome Nik trasalì .

_ Larry chi? _ chiese cupo, ma Sarah era talmente impegnata a convincerlo che non si accorse del tono del Conte.

_ Larry Barringthon…. questa estate…..eravamo…._ ma non fece in tempo a finire la frase che si ritrovò con la schiena contro la parete e il corpo di Nik schiacciato contro il suo.

Scioccata sbalancò la bocca ma non fece in tempo a dire nulla. Nik l afferrò per i capelli e la costrinse a guardarlo.

Non aveva mai visto il conte cosi infuriato… i visi vicinissimi lui sibilò.

_ Siete rimasta sola con Barringhton?_ Confusa da quella reazione cosi violenta Sarah temporeggiò. Era troppo intimo…..il loro contatto……avvertiva ogni parte del corpo di Wolfe contro il suo……

_ Rispondete!_ incalzò il Conte rafforzando la presa e Sarah trasalì.

_ Si…_ sussurrò impaurita. Un imprecazione oscena sfuggì dalle labbra serrate di Nik sempre più infuriato.

Sarah impallidì.

CONTINUA

_ Nikolas…vi prego.._ Ma Il conte era troppo furioso…..per vedere il terrore in quel occhi verdi….

_ Quindi siete stati soli….e vi ha baciata…._ la fissò in viso….cosi pallido….

ma cosi bello…e quelle labbra….baciate da quel…bastardo di Barrigthon…

_ Si_ confermò lei ansante dalla paura.

_ E vi ha toccata? _ riprese lui sempre più gelido

_ Toc..Toccata..?_ babettò lei ormai in confusione totale….

_ Si …toccata…vi siete lasciata toccare Sarah?_

_ Non capisco…io….no certo che no….._ sussurrò fissandolo.

_No….e dove vi ha baciata?_ inqueta lei si mosse tra le sue braccia cercando di allontanarsi da quel Wolfe…che non riconosceva, ma cosi facendo il corpino si slacciò rivelando buona parte del seno.

_ Oh…_ gemmette costernata quando avvertì il corpino allentarsi.

Nik impietrì. Dannazione…che stava succedendo?….quando aveva sentito il nome di Larry aveva perso il senno…..e ora si ritrovava tra le baccia Sarah……schiacciata contro il muro…..e il suo corpo stava reagendo…..a quella vista…..a quel contatto…..

_ Sarah ferma! _ Lei ubbidì….trattenendo il respiro

Gli occhi del Conte si posarono sulle sue curve…..poi risalirono lentamente….lungo le spalle…il collo…..la bocca…..e infine gli occhi di Sarah.

_ Non mi avete risposto…dove vi ha baciato Larry…_

_ Sulle labbra._ rispose sincera. Un lampo d’ ira brillò negli occhi grigi e gelidi di Nik.

_ Ve lo dico una volta sola Sarah…..state lontana da Barringthon….non è cosa per voi._

Sempre più confusa chiese:

_ Mi avete costretta in questa posizione umiliante e mi state facendo anche male… solo per dirmi di stare lontanta da Larry? _

_ Datemi ascolto e non frequentate più Larry _ ribadì aumentando la pressione del proprio corpo contro il suo.

Sarah si irrigidì

_ Siete geloso di Larry…..?_ perche non riusciva a capacitarsi cosa avesse scatenato questa reazione cosi violenta.

_ Geloso?? _ ripetè incredulo….Quella pazza non capiva…

_ Si geloso del fatto che lui mi abbia baciata…_

_Ah….dovrei essere geloso di lui per quello…del fatto che vi ha baciata…..e io no…._ Dal tono sarcastico del Conte…..Sarah capì che non era certamente quella la spiegazione…

_ Pensate quello che volete Sarah….io voglio solo che stiate lontana da lui._

Lei annui

_ Bene….._ mormorò lui lasciandole i capelli…..

…………………………………………………………………

_ Sono questi gli impegni inderogabili che avevi caro?_ La voce stridula della donna…..li fece sobbalzare entrambi.

Con uno scatto Nik si girò e avendo riconosciuto la voce imprecò.

_ Barbara che diavolo ci fai qui? _ chiese in tono aspro alla sua amante….cercando di nascondere Sarah dietro di se.

La donna a pochi passi da lui serrò le labbra.

_ Ero venuta a farti una sorpresa per quando saresti rientrato a casa. _

_Sai bene che non mi piacciono le sorprese. _ rispose Nik tagliente.

Barbara era la sua amante da 5 mesi, e gia pretendeva troppo…….

Vedendo la donna sbarrare gli occhi , trasalì , intuendo che quella pazza di Sarah era uscita da dietro le sue spalle….

CONTINUA

 

_ Nik , tesoro non pensavo che ambissi a diventare Duca…. _ e rise aspramente fraintendendo ovviamente la situazione…..

Sarah fissava la donna….che Nik chiamava Barbara……

Era…..era….in una parola sola…..volgare e sapeva perfettamente chi era.

La marchesa di Hardwood , vedova da 5 anni…..e evidentemente ….amante del conte Wolfe.

Barbara la fissò con disprezzo, e si rivolse al Conte.

_ Lasciarmi per questa ragazzina inesperta.. mi chiedo cos’ hai trovato in lei…._

Wolfe fece un passo avanti e sibilò.

_ Fuori di qui Barbara. _

Barbara s’ irrigidì capendo che la loro relazione era finita….per sempre. Con uno scatto si girò andando alla porta.

_ Addio Conte godetevi la vostra ” bambina ” . _ e con rabbia sbattè la porta dietro di se.

Sconvolta Sarah era immobile….

Nik si girò, con un espressione talmente irata che le sobbalzò.

_ Non….io le spiegherò che non è successo nulla, sono sicura che tornerà da voi…_ spiegò pensando che l ‘ira del Conte fosse per l’ abbandono della amante. Ma Nik serrò le labbra.

_ Voi non andrete da nessuna parte. _ Poi con due falcate la raggiunge sovrastandola.

_ Io non so come ci siete riuscita Sarah, ma avete appena ottenuto quello che volevate. _ sibilò. Lei lo guardò confusa.

_ Non capisco…_

_ Tacete!_ ringhiò afferrandola per un braccio.

_ Barbara vi ha vista qui..con me, soli di notte e mezza svestita….Beh Sarah _ finì il tono duro_ Ora siete compromessa. La vostra reputazione è irrimediabilmente macchiata. La marchesa non esiterà un secondo a spettegolare per vendicarsi di me, e domani sarete lo scandalo dell ‘ alta società. Agli occhi di tutti sarete la mia amante. _

Lei sbarrò gli occhi verdi, gli eventi si era susseguiti cosi rapidamente che non aveva ancora assimilato ciò che era successo…..

Compromessa……era compromessa…..Da domani tutti l ‘ avrebbero pensata l’ amante del Conte Wolfe…..Quella verità la fece tremare.

Nik avvertì il brivido,e la fissò negli occhi. In quel momento l orologio a pendolo del salone battè le due.

_ E’ tarti, tornate a casa_ Disse lui in tono distaccato lasciandola andare, andando a verarsi un bicchiere di whisky, che bevve tutto d’ un fiato. Lei era come incapace di muoversi e di pensare. Era andata li dal Conte, per convincerlo ad aiutarla, e ora…ora….

_ Sarah ! _ La voce fredda del Conte penetrò nella sua mente annebbiata e si riscosse.

Gli era tornato vicino e le stava porgendo la mantella. Sarah la indossò con gesti automatici.

Vedendola cosi sconvolta lui s’ irrigidì.

Con uno scatto la prese tra le braccia. Il corpo di lei era scossa da brividi ed era gelida. Le fece alzare il capo sino a incrociare il suo sguardo.

_ Andrà tutto bene. _ Borbottò cercando di rassicurarla, ma lei scosse il capo e fece un un sorriso che non arrivò agli occhi ora inespressivi.

_ Lasciatemi, ora sono diventata uno scarto…._ Nik sussultò sentendo la parola che aveva usato lui, prima, e la lasciò andare. Senza più dire nient’ altro Sarah usci dalla casa di Wolfe.

………………………………………………………………

Sarah scrutò il ricevimento alla ricerca del Conte Wolfe. Da quella fatitica notte erano passate due settimane, ma lo scandalo non era avvenuto. Era sempre più perplessa su cosa fosse successo.

Perchè nessuno parlava della relazione tra lei e Wolfe? Perchè tutti si comportavano come se non fosse successo nulla?

Possibile che Barbara avesse taciuto? Aveva mille dubbi che solo Nikolas poteva chiarire ma era da quella sera che non lo vedeva.

Aveva vissuto con il terrore l ‘angoscia che suo zio , il Duca di Rochester , la convocasse per lo scandalo, ma non era successo nulla di tutto quello.

Vagò nel salone , scrutò ogni nobile presente, ma l’ alta figura del Conte era tristemente …assente. Assorta nei propri pensieri non si accorse di essere in giardino, al buio sino a quando qualcuno la chiamò.

_ Milady …quale onore….cercavate me?_

Sarah sussultò fissando l’ uomo che le stava difronte con un sigaro in mano.

CONTINUA

_ Lord Barringthon, no io non mi ero accorta di essere uscita._ Larry sorrise e la fissò intensamente. Stasera era la sua sera fortunata pensò, fissando con desiderio la piccola Duchessa, che il fato aveva messo sulla sua strada.

Sarah fissò quegl’ occhi azzurri cosi strani….non aveva mai capito cosa inrealtà Larry pensasse.

_ Siete bellissima…come sempre Sarah. _ disse lui lanciando il sigaro e avvicinandosi a lei. _ Ero in giardino per godermi un attimo uno dei miei vizi , il fumo. _

Sarah s ‘ irrigidì memore, di quello che Wolfe le aveva fatto promettere. Cosi cercò di girarsi e rientrare, nel salone , bastavano pochi passi ma la mano fredda di Larry le bloccò la fuga.

_ Rimanete un po con me Sarah…_ Al suo tocco lei provò fastidio.

_ Penso sia corretto rientrate Lord Barringthon. _ ribattè lei freddamente. Lui sorrise per nulla scoraggiato. Era un occasione da non perdere soli…all ‘aria tiepida di quella sera..alla luna che illuminava magicamente il giardino . Era un atmosfera romantica……

Lui le sfiorò i capelli. _ Vi ho mai detto che avete capelli molto belli?. _

Sarah cercò di stare calma. Infondo Larry si era sempre comportato bene….A un tratto qualcuno la prese per la vita da dietro e la scostò bruscamente da Larry .

_ Toccatela un altra volta e siete morto!_ la voce gelida e minacciosa di Nik la fece trasalire. Guardando dalla sua parte lo vide difronte a Larry.

Barringthon sorpreso per quell intervento, fissò prima il Conte , poi Sarah…poi il suo sguardo beffardo tornò su di lui.

_ Buona sera Conte Wolfe, devo dedurre che la piccola Duchessa sia stata marchiata da voi?_

Il tono e il commento allusivo alquanto volgare, fecero socchiudere gli occhi gelidi di Nik.

Sarah non capi…a cosa alludesse ma vide Nik irrigidirsi . Ma cosa c’era tra i due….odio? rancore? astio? cos’era?……

Sentendola avvisinarsi lui si girò lanciandole con uno sguardo talmente glaciale che la bloccò.

_ Rientrate in salone e aspettami li_ ordinò in tono gelido che non ammetteva repliche.

Sarah si girò e rientrò ma non lo aspettò disse allo zio che sarebbe rientrata prima a casa per un forte mal di testa….

—————————————————————————–

Nik rientrò a casa dopo due ore, andrò dritto al salone e si prese da bere….il suo domestico aveva lasciato alcune candele accese, gli piaceva la penombra, era cosi rilassante…Con un gemito si toccò la mascella ….Larry aveva picchiato duramente ma anche Nik , le aveva date.

Quando non aveva incontrato Sarah nel salone, aveva intuito subito che fosse in giardino, ma non immaginava che era in compagnia dell ‘ unico uomo a cui le era stato vietato di vedere.

La scena che gli si era presentata davanti l’aveva mandato su tutte le furie loro due soli, al buio e quel bastardo la stava toccando…Larry, aveva picchiato diverse donne, le sue ex amanti, e aveva saputo che aveva anche violentato alcune cameriere, che inspiegabilmente dopo alcuni mesi erano scomparse, dalla villa di Barrigthon nonchè da Londra stessa.

_ Siete rientrato…_

Nik sobbalzò. Con uno scatto si girò e si trovò difronte Sarah.

_ Cosa diavolo fate qui?_ ringhiò, allibito da tanta sfrontatezza.

Sarah si morse il labbro inferiore. Una volta in carrozza aveva detto al conducente di portarla a casa di Wolfe e non a casa sua come aveva detto al Duca……

_ Sono due settimane che…che non ho notizie di voi….io… _ Ma l ‘espressione gelida di lui la bloccò. Era difficile parlare con un uomo cosi complesso come Wolfe le metteva soggezione. Eppure era cosi bello….e pericoloso. Quella sera era vestito di nero a parte la camicia bianca. Aveva occhi magnetici a volte Sarah si incantava a guardarli, e la bocca….un altro tratto molto espressivo di Wolfe….

Lui si mosse e Sarah lo seguì.

_ Conte dove state andando ? _ esasperato Nik si girò.

_ Vado a letto volete venire anche voi ?_Sarah si fermò arrossendo alla battuta pungente a un passo da lui vicinissimi, e allora vide il volto di Nik tumefatto.

_ O mio Dio…_esclamò capendo che si erano picchiati…..per lei….._ Vi fa male?_chiese e allungò una mano per toccarlo in viso ma Nik evitò il suo tocco irritato.

Con un lampo negli occhi disse:

_ Non è nulla , ho subito di peggio e ora andatevene sono stanco , arrabbiato e non ho voglia di sentire le chiacchere di una ragazzina incoscente. _ e senza aspettar risposta sali i gradini che portavano al piano superiore alle camere da letto.

………………………………………………………………….

 

 CONTINUA

Quando si svegliò , Sarah ricordò tutto quello che era successo la sera prima, e con un gemito si mise seduta nel letto…non suo. In piena luce osservò la stanza che aveva occupato la sera prima. Era bellissima e arredata senza ombra di dubbio per ospitare una donna. Le tende bianche….tutti i mobili bianchi……e come aveva gia visto anche gli armadi pieni di abiti .

La sera prima al buio aveva cercato la prima camicia da notte da mettersi, si era svestita ed era andata a letto, decisa a passare la notte nella villa del Conte per poi affrontarlo la mattina seguente.

Con rinnovata determinazione si alzò dal letto, sapeva che il Conte sarebbe stato furioso, ma lei era decisa a scoprire cosa era successo. Cosi aprì la porta convinta di andare nel salottino adiacente la camera da letto , invece trasalì , scioccata trovandosi difronte Wolfe, mezzo nudo.

Sentendo un rumore alle sue spalle , Nik si girò con in mano la camicia che stava per indossare, ma quando il suo sguardo si posò sulla figura di Sarah, avvolta in quella camicia da notte, trasparente, impietrì.

Era la prima volta che vedeva un uomo cosi…svestito, pensò lei , arrossendo violentemente per quei pensieri. Eppure Nik, era bellissimo anche cosi, con i capelli neri umidi….Il torace muscoloso….quando incrociò il suo guardo magnetico, trattenne il respiro.

Nik, non sembrava arrabbiato…..ne irritato…aveva un espressione strana, che Sarah non aveva mai visto sul suo volto.

Wolfe, non era arrabbiato , ne irritato, ma era decisamente eccitato, difronte, a tanta bellezza…..che cosi ingenuamente Sarah stava mostrandogli…. i capelli ramati sciolti sulle spalle scoperte, le linee sinuose del suo corpo, tutto in quella ragazzina era sensuale….desiderabile. Lui non era un santo, aveva avuto tante amanti, ma donne esperte, sposate o vedove…mai….una giovane Duchessa, ancora innocente….troppo innocente tanto da non capire…che era pericoloso stare li….

Con lampo indecifrabile negl’ occhi grigi Nik disse duramente mentre le si avvicinava con passo felino.

_ Oggi Sarah scoprirete che non si può entrare in camera da letto di un uomo senza subirne conseguenze. _

A quella minaccia, Sarah sbarrò gli occhi e cercò di indietreggiare ma sbattè con la schiena contro la porta chiusa.

Lui la raggiunse sovrastandola.

Sarah serrò le labbra indignata. Fissandolo disse:

_ Non potete!_ Ma Nik socchiuse gli occhi .

_ Oh…si che posso e lo farò ._ Con calma abbassò il capo e Sarah girò il viso dall ‘ altro lato convinta volesse baciarla, ma le labbra di Nik avevano un altro obiettivo. Quando lei sentì la bocca del Conte sulla sua spalla nuda trasalì, non era mai stata baciata cosi…

Nik al contatto con la sua pelle calda, morbida perse il controllo e si spinse oltre, a quello che aveva pensato di farle. Lentamente le accarezzò la spalla con la lingua, poi risalì lungo il collo. La sentì ansimare. Sarah era scioccata da quel bacio, dalla lingua umida del conte….dalle sensazioni che stava provando.

_ Guardatemi_ il suo sussurro all’orecchio la fece rabbrividire e lentamente girò il viso sino a incrociare due occhi intensi vicinissimi ai suoi. La mano del Conte le toccò i capelli poi scese sul collo , la spalla….un tocco leggero ma Sarah lo avvertiva come una scossa._ Potrei baciare cosi…ogni parte del vostro corpo…_ Le parole di Nik evocarono immagini nella mente di Sarah che sbarrò gli occhi e avvampò, ma non distolse lo sguardo da quegl occhi ipnotici. Vedendo il viso di Nik piegarsi non si allarmò pensando che ripetesse l’azione di prima, invece Nik la baciò sulle labbra. Un bacio sconvolgente. La costrinse a socchiudere le labbra e la invase con la lingua . Nik assaporò ogni istante di lei, anzi le si appoggiò contro per avvertire le curve del suo corpo morbido contro il proprio eccitato. La voleva…..non sapeva come era accaduto , ma desiderava quella piccola pazza…. Quando lui infine alzò il capo la fissò negli occhi.

_ Se vi vedessero ora nessuno avrebbe dubbi sul fatto che possiate essere la mia amante._ mormorò con un vago sorriso sulle labbra. Per Sarah fu come una doccia fredda. Oddio…cosa aveva fatto? si era lasciata baciare e toccare….da Wolfe!!!! Disgustata da tutto quello agì d ‘ istinto e con un lampo d’ ira lo schiaffeggiò. Nik trasalì arretrando di un passo. Non si era aspettato quella reazione.

CONTINUA

_ Sono…indignata, dal vostro comportamento molto scorretto. Non dovevate approfittare della ….della situazione…_esclamò .

Nik socchiuse gli occhi allibito….ora era colpa sua?

_ Cosi sarei io in torto? Cara Duchessa , lasciate che vi dica che una vera ” signora” non avrebbe mai passato la notte sotto il tetto di un uomo non sposato. Non si sarebbe presentata, praticamente nuda difronte a lui , nella sua camera da letto. _ replicò lui in tono tagliente indicando la camica da notte. Solo allora Sarah si guardò e sbiancò.

_ Oh mio Dio_ sussurrò atterita fissando…la camica da notte praticamente trasparente e lei sotto era…nuda. Era stata tutto quel tempo nuda sotto gli occhi del Conte…..Con un gemito si mise seduta per terra rannicchiandosi tutta…..evitando di far vedere il suo corpo a Nik.

Lui si accigliò.

_ Che diavolo fare ora? _

Con le ginocchia sul mento Sarah sussurrò . _ Non sapevo che fosse cosi la camicia, io l’ ho presa ieri sera al buio , io non sapevo…_

Con un sospiro esasperato Nik prese dall armadio una sua vestaglia e piegandosi gliela mise sulle spalle.

_Sarah?_ ma lei non rispose troppo imbarazzata.

Lui imprecò più volte mentre lo sentiva muoversi per la stanza . Sicuramente stava finendo di vestirsi. _ Avete intenzione di stare li tutto il giorno? _ disse dopo 10 minuti….vestito di tutto punto. Capiva il suo imbarazzo ma non poteva continuare cosi.

_Alzatevi da li e andate a vestirvi. _ ordinò, poi in tono più calmo disse. _Sarah non siete certo la prima donna che vedo nuda…._ Con un gemito Sarah gli voltò le spalle poi si alzò e si mise la vestaglia che gli aveva dato il Conte. Apri la porta comunicante tra le due stanze e la richiuse senza dire nulla. Nik fissò la porta chiusa, perplesso.

…………………………………………………………………

Quando Sarah scese un’ ora dopo, nel salone di Wolfe…le si presentò una scena agghiacciante.

Il Duca di Rochester e Il Conte seduti che parlavano tranquillamente tra loro.

Nik si accorse di lei e si alzò .

_ Ecco Sarah. Buon giorno milady_ disse in tono formale.

Suo zio si alzò e la guardò attentamente.

_ Wolfe mi ha informato che hai passato la notte qui Sarah._ la voce autoritaria dello zio le mise soggezione. Lei annui , poi guardò il Conte che rimaneva impassibile. Perche Wolfe aveva fatto venire li , il Duca???

_ Stai bene? _

_ Si certo zio, il Conte è stato gentile. _ finì in un sussurro …non sapendo come giustificarsi.

Gregory conosceva sin troppo bene la fama di libertito che aveva Wolfe, ma conosceva bene anche sua nipote. Sarah non avrebbe mai fatto nulla di sconveniete…..per quanto riguardava Wolfe, e gli lanciò un occhiata, sperava che non fosse cosi pazzo da compromettere una fanciulla ancora innocente.

Prese le mani di Sarah tra le sue in un gesto affettuoso e mormorò:

_ Io mi fido di te piccola._ guardando lo zio in quegl occhi neri si senti avvampare, ricordando il bacio che il Conte le aveva dato.

Intanto Wolfe assistiva alla scena con apparente distacco bevendo tranquillamente il suo whisky, sapendo bene che se il Duca avesse avuto anche solo un minino dubbio…..sarebbe toccato a lui…rimediare….sposando la ragazzina che aveva baciato con tanta passione quel mattino….

_ Wolfe ho saputo che Barringthon è stato…aggredito…_ disse il Duca avendo notato il livido che il Conte aveva sulla guancia. Nik sorrise ironico.

_ Forse debiti di gioco_ rispose poi sarcastico.

Sarah distolse lo sguardo, sentendosi in colpa, sapendo bene che i due uomini aveva litigato per lei . _ Zio, vorrei andare si sta facendo tardi. _

 CONTINUA

_ Si cara andiamo . _ acconsentì il Duca ma prima di andare lui si rivolse a Wolfe. _ Vi ringrazio di aver aiutato mia nipote, se non foste stato li a soccorerla Sarah si sarebbe trovata in strada sola di notte, con la carrozza rotta._ Sorpresa lei annui   alla bugia clamorosa che Wolfe aveva inventato per giustificare la sua presenza in casa propria.

_ Vi ringrazio anche io Conte siete stato un vero gentil ‘ uomo_ Nik sorrise, sapendo bene invece cosa Sarah pensasse di lui.

_Vero mia cara e mi aspetto che Il Conte si comporti da gentil’ uomo anche in futuro se ce ne dovesse essere bisogno. _ e il tono minaccioso del Duca a Nik non passò inosservato.E anche la frase era sin troppo chiara.

Nik fissò Rochester con freddezza. _ Vi assicuro che non dovete temere, sarò sempre al vostro servizio._

Sarah li guardò confusa, si stavano parlando in codice evidentemente, e anche se non aveva capito cosa si stavano dicendo , aveva avvertito la tensione tra i due uomini.

Il Duca annuì soddisfatto della risposta e i due uscirono dalla villa di Wolfe.

………………………………………………………………………

_ Eccolo_ sussurò una donna in tono eccitato, davanti  a lei, rivolta a un altra donna.

Sarah seguì i loro sguardi e vide l ‘alta figura del Conte Wolfe.

_ Che uomo, farei follie per una notte con il Conte._ replicò l ‘altra donna audacemente. La prima ridacchiò dietro il ventaglio.

_ Dicono che sia un’ amante insaziabile. _

Sarah trasalì , allibita, dai commenti licenziosi delle due gentil’donne, ma anche un po curiosa di sapere cosa dicevano di Wolfe.

La prima donna, bionda bisbigliò.

_ Vi posso assicurare che bacia divinamente. _

_ Hellen ! _ esclamò la seconda , che era mora, con una risatina.

Sarah s’ irrigidì, ora disgustata dal comportamento delle due donne sposate e irritata, avendo saputo  che la bionda lo aveva baciato….

Veloce cambiò postazione  nel salone affollato. Quel ricevimento era nella villa della Contessa, che lei adorava. Era una vecchia amica di famiglia, Sarah conosceva la villa ormai come fosse la sua…..ci aveva passato molto tempo…..durante gli anni dell ‘ infanzia.

_Milady.._ Sarah si voltò e si trovò davanti un domestico.

_ Si?_ rispose perpessa.

Il cameriere le porse discretamente un foglietto, poi disse: _ Sono stato incaricato di consegnarvi questo , dal gentil’uomo in questione. _ Sarah prese il foglietto e lui  con un sorriso e un inchino sparì. Sorpresa fissò il foglietto. Lentamente lo aprì e lesse:

“Sarah, vi aspetto a mezzanotte nella sala dei  quadri, per un chiarimento. Vostro Wolfe.”

Corrugando la fronte lei mormorò.

_ Wolfe…_ Cosa voleva chiarire? e perche incontrarsi in quel modo? Sarah si guardò attorno, confusa dal comportamento inconsueto del Conte. Lanciando poi un occhiata all’ orologio a pendolo nel salole, vide che mancavano solo 5 minuti alla mezzanotte. Curiosa di sapere su  cosa Wolfe volesse parlare  con lei si incamminò nella sala quadri. Per fortuna la sala era illuminata, anche se tenuamente, riusciva a vedere bene.  Era un po isolato come posto, ma sapendo la fama  di Wolfe,    Sarah pensò lo avesse fatto   per non macchiare la sua reputazione. 

_ Sarah_ la voce maschile alle sue spalle la fece girare, ma invece di vedere gli ipnotici occhi grigi del Conte si trovò a fissare occhi azzurri, scintillanti.

_Lord Barringthon!_ eslamò allibita.

Larry piegò le labbra in un mezzo sorriso, alquanto sinistro, che la fece rabbrividire.

_ Si…mi spiace deludervi mia cara, ma non sono il vostro amante._ rispose maligno.

Sarah sussultò.

_ Il Conte non è il mio amante._ rispose gelida._ E perchè mi avete fatta venire qui con l ‘inganno? _

Larry rise…e Sarah capì di trovarsi in serio pericolo, veloce cercò di fuggire , ma Larry l’ afferrò per un braccio bloccandola.

_ Dove pensate di andare ? _ Sarah con uno scatto si girò e lo schiaffeggiò

_ Lasciatemi andare !_ urlò, ma Larry rise più forte e con rabbia l ‘attrasse a sè .

_ Si ….agitatevi ancora Sarah, mi piace vedere il terrore negl’ occhi delle fanciulle. _ Ghignò con un lampo crudele nello sguardo.

Sarah tremava, era sola….e Larry era pazzo!

_ Devo ammettere che Wolfe ha buon gusto. Siete davvero bella, sarà divertente ” giocare ” con voi_

A quelle parole Sarah si sentì agghiacciare il sangue nelle vene. 

_ Co…cosa volete farmi… _ balbettò in preda al panico. Lui socchiuse gli occhi e rispose prontamente, con un sorriso biego sulle labbra.

_ Siete di Wolfe….vi ha posseduto…e ora lo farò io….per vendicarmi di quel lurido bastardo! Una volta finito con voi……Nessun uomo vi vorrà…neanche come amante ._ Sconvolta cercò ancora una volta di liberarsi lottando con tutte le sue forze, con il cuore in gola, il respiro ansante, il terrore che le faceva piegare le ginocchia, ma cercò comunque di  difendersi . Vedendola cosi combattiva Larry imprecò e con violenza la schiaffeggiò , Sarah gridò . La testa cominciò a girarle ,  il buio l’avvolse….e svenne.

——————————————————————————-

 

pubblicato 12/27/2011 da mondiparalleli2

3 risposte a “ROMANZO DI ANGELDARK

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. beh? quando continua ? mi lasci cosi in sospeso ?

  2. molto bello…..brava

  3. in rosso su sfondo blu la mia retina chiede pietà

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: