professor Mario Monti   Leave a comment

 

PROFESSOR MARIO MONTI…

Democraticamente Pretendiamo

L’EUROPA CHIEDE DI AUMENTARE

L’ETÀ DELLE PENSIONI

 PERCHÉ IN EUROPA TUTTI
LO FANNO.
NOI CHIEDIAMO, INVECE,

 CHE SIA TOLTO

IL FINANZIAMENTO PUBBLICO

AI PARTITI

COME SANCITO DAL REFERENDUM.

 CHE LA CHIESA PAGHI L’ICI .

DI ARRESTARE TUTTI I POLITICI

CORROTTI ,

 DI DIMEZZARE IL NUMERO DI PARLAMENTARI
PERCHE’ IN EUROPA NESSUN PAESE
HA COSI’ TANTI POLITICI !!
DI ELIMINARE TUTTI I POLITICI
DELLE PROVINCE, PERCHE’ CI SONO GIA’
QUELLI DELLE REGIONI – DA 40ANNI !
DI DIMINUIRE IN MODO DRASTICO GLI
STIPENDI E I PRIVILEGI A PARLAMENTARI
E SENATORI,
PERCHÉ IN EUROPA
NESSUNO GUADAGNA
COME LORO.
DI POTERESERCITARE
IL “MESTIERE” DI POLITICO ALMASSIMO PER 2 LEGISLATURE
COME IN EUROPA TUTTI FANNO !!
DI METTERE UN TETTO MASSIMO
ALL’IMPORTO DELLE PENSIONI
EROGATE DALLO STATO
(ANCHE RETROATTIVE), MAX. 5.000, 00
EURO AL MESE DI CHIUNQUE,
POLITICI E NON, POICHE’ IN
EUROPA NESSUNO PERCEPISCE15/20 OPPURE30.000,00

EUROAL MESE DIPENSIONECOME AVVIENE

IN ITALIA

DI FAR PAGARE I MEDICINALI VISITE

SPECIALISTICHE E CURE MEDICHE AI
FAMILIARI DEI POLITICI POICHE’ IN
EUROPA NESSUN FAMILIARE DEI POLITICI NE USUFRUISCE COME AVVIENE
INVECE IN ITALIA, DOVE CON LA SCUSA
DELL IMMAGINE VENGONO ADDIRITTURA
MESSI A CARICO DELLO STATO
ANCHE GLI INTERVENTI DI CHIRURGIA
ESTETICA, CURBALNEOTERMALI
ED ELIOTERAPIOCHE DEI FAMILIARI
DEI NOSTRI POLITICI !!

Cari MINISTRI,

NON CI PARAGONATE

ALLA GERMANIA

DOVE NON SI PAGANO LE
AUTOSTRADE, I LIBRI DI TESTO
PER LE SCUOLE
SONO A CARICO
DELLO STATO SINO
AL 18° ANNO D’ETA’, IL 90 %
DEGLI GLI ASILI
E NIDO SONO AZIENDALI E
GRATUITI
E NON TI CHIEDONO
400/450 EURO COME GLI ASILI
STATALI ITALIANI !!

IN FRANCIA

LE DONNE POSSONO
EVITARE DI ANDARE A
LAVORARE PART TIME

PER RACIMOLARE
QUALCH SOLDO
INDISPENSABILE
IN FAMIGLIA E
PERCEPISCONO
DALLO STATO UN ASSEGNO DI
500,00 EURO ALMESE COME CASALINGHE
PIU’ ALTRI BONUS IN BASEAL
NUMERO DI FIGLI .
IN FRANCIA NON PAGANO LE
ACCISE SUI CARBURANTI
PER LE CAMPAGNE DI

NAPOLEONE,

NOI LE PAGHIAMO
ANCORA PER LA GUERRA D’ABISSINIA !!
NOI CHIEDIAMO CHE VOI
POLITICI LA SMETTIATE DIOFFENDERE LA
NOSTRA INTELLIGENZA ,

IL POPOLO ITALIANO
CHIUDE 1 OCCHIO, A
VOLTE 2, UN ORECCHIO E
PURE L’ALTRO MA LA CORDA
CHE STATE TIRANDO DA
TROPPO TEMPO SI STA’ SPEZZANDO.

CHI SEMINA VENTO,
RACCOGLIE…..TEMPESTA !!!

SE APPROVI,PUBBLICA LO STESSO

MESSAGGIO ECHIEDI ADALTRI DI FARLO ! !

 

conflitto di  interessi?  

Ci risiamo

 Chissà se Mario

Monti avrà avuto modo

di dare una occhiata alle tv, dopo la

sua conferenza stampa di ieri sera.


Avrebbe così scoperto

che il polo Raiset,

ancora controllato dal

suo predecessore, non ha ritenuto di

trasmettere in diretta tv quello che,

comunque la si pensi, era un grande e atteso

evento giornalistico. 

Non a caso Sky e La7 

lo hanno trasmesso integralmente

sostituendosi, per

l’ennesima volta, a una

Rai che ha ormai scelto

la strada del fallimento editoriale e industriale.

 A salvare l’onore della Rai ci ha

pensato Rainews, diretta da Corradino

Mineo, cioé il canale che i berlusconiani che

dirigono viale Mazzini cercano di stravolgere e

mettere in condizione di non nuocere.

Chissà se Mario Monti se ne sarà accorto, per

ora sembra di no, anzi sembra quasi che abbia

assunto l’impegno di non sfiorare il conflitto

di interessi.

Avremo modo di tornare sul piano

Salvaitalia, ma non possiamo non notare

che la patrimoniale non c’è e che, neppure

stavolta, è stata prevista l’asta per la

assegnazione delle nuove frequenze

 

digitali. Da un governo che cala la scure sulle

pensioni ci saremmo spettati un pò di

equità in più e, soprattutto, il coraggio

di sfiorare, almeno sfiorare, anche i

 santuari della conservazione e del

conflitto di interessi.

Nella manovra è statanche inserito il

dimezzamento del numero dei

componenti dell’Autorità di

garanzia delle comunicazioni e

dell’Antitrust. Bene, anzi benissimo, ma

perchè non è stato modificato il criterio di

nomina che consegna tutto il potere ai

governi e ai partiti? Perchè non si é

affrontato anche il nodo della Rai,

liberandola da una metastasi che la sta

conducendo al fallimento? Perchè non

si è scelta la via del commissariamento

prima e della modifica della legge Gasparri

dopo?

Un governo che vuole

salvare l’Italia può e  

deve affrontare anche

questi temi che

 riguardano non solo il

sistema mediatico ed

industriale

 ma anche e soprattutto l’ordinamento

democratico e il libero

ed uguale esercizio del voto.

Pubblicato da  il 6 dicembre 2011

pubblicato 12/13/2011 da mondiparalleli2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: