NOTTE DI S LORENZO   Leave a comment

 

265626

 ZWukuZgwZacHcomet_west

NOTTE DI SAN LORENZO

LA ROMANTICA

Questa notte è infatti, da tempi immemori,

dedicata al martirio di San Lorenzo,


dal III secolo sepolto nell’omonima

basilica a Roma,
e le stelle cadenti sono, per la leggenda,

 le lacrime versate dal santo durante il suo supplizio,

che vagano eternamente nei cieli,

e scendono sulla terra solo il giorno in cui Lorenzo morì,

creando così…

un’atmosfera magica e carica di speranza.

tumblr_mojeyegYGi1sw7gvro1_500

 In questa notte, infatti,

si crede si possano avverare i desideri di tutti coloro
che si soffermano a ricordare il dolore di San Lorenzo,

 e che ad ogni stella cadente pronunciano la filastrocca

“Stella, mia bella stella, desidero che…”

 Nella tradizione popolare,

le stelle del 10 agosto sono anche chiamate

fuochi di San Lorenzo,

poiché ricordano le scintille provenienti

dalla graticola infuocata

su cui fu ucciso il martire

e poi volate in cielo.

Anche se in realtà San Lorenzo non morì bruciato,ma decapitato,


nell’immaginario popolare

l’idea dei lapilli volati in cielo


HA preso molto piede,


tanto che ancor oggi in Veneto

un proverbio recita

San Lorenzo dei martiri innocenti,

casca dal ciel carboni ardenti”

tumblr_mojeyegYGi1sw7gvro1_500

LA SCIENTIFICA

L’evento astronomico principale nel cielo di agosto

è la pioggia di stelle cadenti che ogni anno,

intorno al 10 del mese, si osserva facilmente anche a occhio nudo.

Le stelle cadenti, o meteore,

sono le scie luminose prodotte dall’evaporazione nell’atmosfera

di piccole particelle di roccia, ghiaccio o polvere

Queste particelle sono rilasciate soprattutto dalle comete

lungo la propria orbita.

 Si tratta di particelle veramente minuscole:

le più grandi pesano appena un decimo di grammo,

ma sono in grado di produrre tracce tanto luminose

quanto le stelle più brillanti. 

Cadono sulla Terra a velocità vertiginose

(fino a 72 chilometri al secondo, circa 260.000 chilometri all’ora!).

Per questo motivo l’attrito con l’atmosfera le

riscalda a temperature elevatissime

fino a far vaporizzare i frammenti piu piccoli,

producendo reazioni fisico chimiche


che creano scie luminose di 5-20 chilometri di

lunghezza.

Questo fenomeno avviene durante tutto l’anno,

ma in alcuni periodi è più visibile,

perchè la Terra,

nel suo moto attorno al Sole,

incontra nubi di detriti più dense  

47 stella

Oltre allo sciame delle Perseidi

(9-14 agosto),

i più famosi sono quello delle Leonidi

(17-18 novembre)

e delle Orionidi

(intorno al 21 ottobre).

47 stella

Le stelle cadenti sembrano provenire

dallo stesso punto del cielo,

detto “radiante”.

Questo è solo un effetto di prospettiva:

in realtà tutti i corpi dello sciame


si muovono parallelamente fra loro,

in direzione della superficie terrestre,

ma dato che li osserviamo dal basso

sotto una certa angolazione,

le meteore sembrano percorrere

un arco nel cielo.

500px-Cometa2

ORA AUGURO UNA PROFICUA 

VISIONE DI STELLE,

IN QUESTA E NELLE PROSSSIME NOTTI,

E SOPRATTUTTO CHE SI REALIZZINO I

DESIDERI DI TUTTI 

47 stella

Annunci

Pubblicato 08/10/2014 da mondiparalleli2 in pensieri

Taggato con

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: