come stiamo ……..G   Leave a comment

Come stiamo trattando

la Terra su cui viviamo?

 Rifiuti, scarichi nocivi,

inquinamento dove ci porteranno?

la nostra povera Terra sta

soffrendo e di chi è la causa?

Indovinate un pochino?

Già proprio nostra,

 dell’essere umano e

 delle sue cattive abitudini,

 del suo sperpero di risorse,

 della cattiva gestione di acqua,

 energia, cibo ecc.

Tutti questi comportamenti

 negativi influiscono

 sul presente e

assumeranno una valenza

 sempre più negativa nel futuro

prossimo,

 “offrendo”

 ai nostri figli un pianeta malato

 e con tanti problemi.

YEUX

Quali sono le principali forme d’inquinamento e

i più grandi errori che compiamo

 praticamente nel quotidiano?

Eccole, per renderci conto di ciò che stiamo facendo.

 

Clic animaux c'est ici !

Cominciamo dall’oro nero,

se da una parte il petrolio è fonte di energia e

di risorsa per le nostre auto o camion,

per il trasporto in generale,

 dall’altra può causare, se mal gestito,

 delle problematiche ambientali enormi.

Ricordiamoci ciò che è successo nel Golfo del Messico,

 la Marea Nera a causa di cui centinaia di animali

hanno perso la vita, completamente ricoperti da una massa

oleosa e viscida che non permetteva loro di volare,

nuotare e respirare.

welcome chez commanche bonne visite

 Qualche passo indietro nel tempo e

 possiamo citare le Isole Galapagos,

 in cui più di 120.000 tonnellate di petrolio greggio

 sono state versate nel mare e

per cui flora e fauna ne hanno pagato le care conseguenze.

Senza arrivare alla gravità del petrolio scaricato,

perso in modo più o meno “legittimo”,

 vi sono poi gli scarichi di sostanze chimiche,

 di materiale tossico di varia origine,

 soprattutto industriale,

contaminazione di acqua che

 compromette la vita di micro e macro organismi.


welcome chez commanche bonne visite-un petit merci

Che dire poi del fenomeno meno conosciuto ma altrettanto

grave di bio-accumulo,

in cui sostanze come ad esempio gli idrocarburi aromatici

policiclici si concentrano all’interno

 sia di tessuti animali che vegetali

 provocando danni irreparabili,

come forme diverse di tumore,

disequilibri ormonali, infertilità ecc.

welcome chez commanche bonne visite

Tra le forme più comuni e note di inquinamento vi è

sicuramente l’inquinamento urbano,

 in cui i tubi di scappamento dei mezzi di trasporto

“affumicano”

naso, gola e polmoni di grandi e piccini

già nelle prime ore della giornata e

 a quanto pare a poco servono le zone ZTL,

 la riduzione del traffico e il controllo della circolazione nelle

zone del centro o l’uso dei mezzi pubblici.

welcome chez commanche bonne visite---

Secondo l’OMS ogni anno a livello mondiale i morti a causa

dell’inquinamento sono più di 2.000.000! Una cifra

sbalorditiva!

Quasi incredibile che tutte queste persone

 possano morire per ciò che si usa tutti i giorni.

L’incidenza di tumori, ictus ecc è

direttamente proporzionale al livello di polveri sottili

 (PM 10), e inquinamento in generale,

 molti pediatri sostengono infatti che sarebbe necessario

passare almeno il week end fuori dalla città per

 “ripulire”

i polmoni dallo “sporco cittadino”.


welcome chez commanche bonne visite

Nel 1952 quasi 8.000 persone morirono a causa

dell’inquinamento in un solo anno.

 La Cina avrebbe poi un record in questo senso,

 con sempre più numerosi casi di morti per inquinamento,

 una vera catastrofe

non solo ambientale ma anche sotto il profilo umano

Altro enorme problema ambientale è la radioattività,

 in cui l’elemento pericoloso

è scatenate è invisibile, silenzioso e subdolo,

 dunque ancora più inquietante.

welcome chez commanche bonne visite

Basti pensare alla catastrofe di Chernobyl del 1986 o

alla tristemente famigerata

“strada atomica”

di Areva in Niger,

in cui si sono superati i livelli massimi di radioattività

di più di 500 unità:

la gente del luogo in sintesi

respirava uranio al posto dell’ossigeno.

I residui radioattivi si ritrovano

 a seguito di smantellamento di centrali nucleari,

per la fabbricazione di armi atomiche,

prodotti a livello farmacologico,

 prodotti usati nel quotidiano, combustibili ecc.

welcome chez commanche bonne visite

La contaminazione da parte di rifiuti radioattivi

incide non solo sul terreno,

ma comprende  l’effetto a catena

cioè acqua e aria, poiché tutto in natura è collegato,

anche la vita di noi uomini alla stessa natura e

 di radiazioni si può morire,

basti pensare a tutte le forme di leucemia,

 anche infantile.

welcome chez commanche bonne visite

I rifiuti radioattivi non si possono eliminare

come un fazzoletto usato,

ma durano e perdurano nell’ambiente per secoli e secoli,

 quindi vanno ben oltre alla ragionevole

 preoccupazione per i nostri figli,

 ma arrivano ai nostri pronipoti!

welcome chez commanche bonne visite

Vi sono poi altre forme di inquinamento giudicate

 “minori”: il gas serra, ad esempio,

 oppure il mercurio.

 Quest’ultimo è ad esempio utilizzato

 nelle centrali a carbone,

 ma anche per produrre cemento o acciaio.

 Avrete sentito delle sogliole tossiche

nel nostro mar Tirreno,

 questo perché il mercurio,

così come anche altre sostanze,

 si accumula nei tessuti di animali e persone,

 nel terreno e nelle acque,

per questo è emerso più volte che,

 come l’arsenico, si riscontrasse anche nelle acque potabili.

SOLEIL

Forse è meglio allora

 meditare e comportarsi

il più possibile in

modo responsabile.

 

Articolo scritto il 31/08/2011 da Alessandra Mallarino 
Annunci

Pubblicato 01/21/2012 da mondiparalleli2 in poesie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: